LA VARESE IN CAMICIA NERA

 

Personaggi, storie, luoghi e oggetti della Varese più bella vista coi nostri occhi. Quella in Camicia Nera!

 

 

Gli Avanguardisti, inquadrati tra le file della Opera nazionale Balilla prima (la busta) e nella Gioventù Italiana del Littorio poi (il fregio in bachelite da braccio), furono i giovani tra i 14 e 18 che si formavano durante il Fascismo sotto il segno del Littorio.

 

Rarissimi cimeli locali di nostra collezione privata.

 

 

Ogni Provincia, ogni città, e persino ogni paese ha visto le gesta di uomini incredibili che attraverso le loro esistenze e le loro gesta eroiche hanno ricodificato il significato di parole come CORAGGIO,  ONORE, SACRIFICIO, ingrandendolo, superando con la loro morte i limiti dell'impossibile.

In questa rubrica parleremo di loro e non solo, con particolare attenzione alla nostra amata città.
La scelta, anche in questo caso è stata difficile ma non poteva che ricadere che su di Lui.

 

Segretario Federale Leopoldo Gagliardi

 

Sansepolcrista eroe di Guerra sul confine orientale, Vicecomandante dei Giovani Fascisti, 1° Seniore della Milizia,  Membro del direttorio nel Fascio Varesino, Comandante dell' VIII Legione MVSN "Cacciatori delle Alpi"  ribattezzata per prima in Italia "Battaglione M", Comandante Supremo della Brigata Nera "Dante Gervasini".

 

Primo a Varese a non arrendersi dichiarando l'intenzione di non consegnare le armi ai partigiani.
Arrestato nel centro cittadino, sulla pubblica via dopo aver rifiutato la possibilità di fuga e poi fucilato da un plotone di esecuzione del CLNAI.
Morì al grido di VIVA IL DUCE senza arrendersi mai!
Dovettero invece arrendersi loro, i partigiani, quando scavando nella sua vita alla ricerca di un qualcosa che potesse gettare fango sul ricordo del comandante non trovarono nulla.
Non un soldo intascato, non un documento sospetto, nessuna macchia nella sua lunga carriera, nessuna ombra nella sua vita privata.
Anche dal buio della fossa la sua stella brillava come non mai
.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Associazione Culturale Do.Ra www.comunitamilitantedeidodiciraggi.org