Fregi e documenti originali, della        "16° BRIGATA NERA DANTE GERVASINI"

"Delle spade il fiero lampo
troni e popoli svegliò:
SU Italiani, al campo, al campo!  CHE la PATRIA CI*  chiamò!

 

Nostre son quest'alme sponde, nostri i floridi sentier: 
l'aria, il cielo, i campi e l'onde ti respingono, o stranier!
 
Farà pago il Dio dei forti
di più secoli il desir:
peggio assai di mille morti, è l’obbrobrio del servir!"

 

*Il testo della canzone di Angelo Brofferio (1866) viene riportato nelle parole in grassetto, così come si presenta nel libro di Benito Mussolini "Vita di Arnaldo". 

Sua Eccellenza, parlando dei propri ricordi di bambino ed ignorandone la provenienza, racconta  di quando Lui e il fratello la cantavano spesso in compagnia della madre.

Non vi sono privilegi, se non quello di

compiere per primi la fatica e il dovere.

NOSTRO ULTIMO RITROVAMENTO:

FREGIO DELLA GIOVENTU' ITALIANA DEL LITTORIO

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Associazione Culturale Do.Ra. via Giovanni XXIIl n°8 21040 Caidate di Sumirago -VA- www.comunitamilitantedeidodiciraggi.org