Defend the Earth Project

 

È il gruppo più ristretto. Nato da poche menti, vuole lavorare nel profondo del Pensiero umano per far risorgere quello Spirito che ha caratterizzato l’identità germanica per secoli e, in misura temporanea minore, la storia del nostro Paese.

 

L’Uomo più si allontana dalla Grande Madre più si ammalerà. È sotto gli occhi di tutti. Non servono studi scientifici, non serve il prezzolato professore universitario, non serve un vicario incensato per comprendere come tutto dipenda dalla Natura.

 

È il viaggio interiore che ognuno di noi deve affrontare per ridare la libertà al raggio di sole che ogni militante custodisce.

 

Nel concreto, oltre ad una assidua raccolta di nomi e fotografie di colpevoli che hanno abusato dell’ambiente e degli animali, ‘Defend The Earth Project’ si presta ad intervenire in casi estremi di aiuto, dove le associazioni ufficiali non riescono a giungere.

Aptuit:

L'emblema della disumanità umana.

 

Sono circa 600'000 gli animali che ogni anno vengono uccisi in nome di una scienza che scienza non è.

Dopo essere stati privati della loro libertà, cani, gatti, topi, scimmie, conigli e tante altre specie ancora, si ritrovano dapprima costretti a subire maltrattamenti e soprusi per poi essere vivisezionati ed uccisi da depressi criminali.

Queste deiezioni umane, che si fanno chiamare ricercatori e che in un paese sorretto da sani principi e da profondi valori culturali dovrebbero ritrovarsi appesi in piazza, sono libere di sfogare quel loro senso di totale insoddisfazione e fallimento personale sulla vita di poveri animali indifesi.

 

Ogni essere vivente dovrebbe avere il diritto di vivere la propria esistenza secondo la sua natura e invece, tra l'indifferenza e l'ignoranza della gente, abituata ormai da troppo tempo ad attingere il proprio sapere da una scatola strizzacervelli, si sviluppa la sperimentazione animale.

Ciò che viene fatto, può solo che essere definito come una delle cose più ripugnanti ed agghiaccianti nella storia dell'universo.

Esperimenti violenti e spietati vengono attuati in ghetti che non conoscono né amore, né pietà, né compassione, nonostante sia stata ampiamente dimostrata la loro inattendibilità.

Gli animali infatti, rispondono in maniera del tutto propria a farmaci, alcol, droghe e via dicendo; ecco che ogni test fatto prima sull'animale, risulta quindi essere del tutto inutile per l’uomo.

 

Eppure nel terzo millennio, consentiamo ancora l'esistenza di simili atroci esperimenti, finanziandoli ogni giorno, molto spesso a nostra insaputa. Esperimenti che vengono messi in atto da frustrati a piede libero, che continuano a sporcarsi le mani di rosso nell'oscurità più buia e nel silenzio più assordante. Già, perché vi è una tale omertà pronta a celare questi spietati assassini che l'unica sorte meritata dal genere umano risulta essere l'estinzione.

 

Alessia Piran

-DEFEND THE EARTH PROJECT-

ePaper
Condividi:

 

 

PENA CAPITALE PER LA DEVASTAZIONE AMBIENTALE

 

In un’Italia che si vede strappare via, nel silenzio più ignobile, le vite di milioni di animali e più di 100 mila ettari  - primato europeo-  dal fuoco doloso di veri e propri criminali e dal disinteresse statale, siamo qui a dichiarare apertamente quanto segue:

 

- Istituzione di tribunali appositi per condannare alla pena capitale chiunque, in flagranza o dopo accurate indagini, si macchi di questo terribile delitto, superiore per gravità, al reato di strage;

 

- Condanna all’ergastolo per tutti coloro i quali, ricoprendo un ruolo istituzionale, non hanno agito per prevenire questo fenomeno – non certo straordinario - sul loro territorio di competenza;

 

- Blocco totale della stagione venatoria 2021/2022 su tutto il territorio nazionale.

 

L’uso massiccio di droni e di militari per la stretta sorveglianza del singolo cittadino è  tempo che venga utilizzato per il Bene Pubblico e non per i perversi interessi privati di pochi.

 

Non vi è utopia in quanto da noi esposto. Tutto è realizzabile.
« Le grandi cose esigono che di esse si taccia o si parli con grandezza: con grandezza, cioè con cinismo e con innocenza » Nietzsche

In quanto l'uomo tenta di ribellarsi alla ferrea logica della natura,

egli è coinvolto nella lotta contro i fondamenti cui deve la sua stessa esistenza come uomo, perciò la sua azione contro la natura lo porta infallantemente a rovina.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Associazione Culturale Do.Ra www.comunitamilitantedeidodiciraggi.org