NUCLEARITALIA:

MEZZANOTTEMENOUNO

Si aggira  inquieto e senza pace lo spettro del nucleare in Italia.

 

Per quanto sembra essere una remota possibilità, abbiamo imparato con l’ ‘operazione Covid19’....

78° ANNIVERSARIO DELLA BATTAGLIA DEL SAN MARTINO

MILANO, 23 OTTOBRE 2021

 

 

Nove nostri militanti, dopo la manifestazione NO-GREENPASS,  vengono fermati da 16 agenti della DIGOS e tradotti nella questura di Milano dove sono trattenuti in cella di sicurezza per la notte e rilasciati con due denunce, una attraverso la solita "legge scelba" e l'altra per "manifestazione non autorizzata".
Sono stati inoltre espulsi da Milano tramite foglio di via obbligatorio.

 

Colpevoli di aver intonato una canzone della Repubblica Sociale Italiana, quando, terminata la manifestazione e ben lontano da quel che restava dei partecipanti, rientravano per vie secondarie e da soli verso le macchine parcheggiate.
Tanto è bastato, quindi, agli "scopini per wc" dell'informazione per trasformare la noiosa e ripetuta repressione  ai nostri danni addirittura nel motivo scatenante dei "disordini" ;
« che hanno anche provocato ulteriori momenti di tensione nel serpentone No pass » come scrive una nota testata. 

 

Tutto falso! 
Come menzogna è il numero dei partecipanti: si può parlare tranquillamente di 50 mila persone presenti, con un forte senso di bene comune, sconosciuto a questa "repubblichetta", figlia della Massoneria.

IL CERCHIO DELLA VITA E DELLA VITTORIA

 

Il mare si è increspato.
La vecchia calma piatta del benessere capitalistico sembra un lontano ricordo.

 

Poco importa se dopo mesi di propaganda dove si derideva noi quattro gatti spelacchiati di “NoVax” (termine che utilizzo per semplificare la lettura), ora si appare come un’onda anomala fuori controllo, ove violenza e ignoranza si intrecciano per distruggere tutto e travolgere tutti, allarmando le più alte cariche del Governo e suoi più viscidi sudditi, lustrascarpe ottocenteschi di triste memoria.

 

Siamo al punto più alto di tutta la storia repubblicana e, sappiamo, che non siamo ancora giunti fino in vetta ma, da qui in poi, quello che hanno cercato di costruire dal 1945 ad oggi prende sempre più forma, uscendo palesemente, senza più doppiogiochi o frasi di circostanza.

 

Siamo all’ultimo rifugio di montagna prima della conquista della cima.

 

Mario-netta Draghi,  che per intenderci subito, non è capo di alcunché, è solo la “mario-netta” più costosa, più illustre se vogliamo, da mettere sul palcoscenico di questo spettacolo itinerante, ha l’agevole compito di porre fine ai sogni di milioni antifascisti italiani.

 

Sì, perché quello che sta avvenendo è uno scontro tutto interno all’antifascismo ed è più semplice, per Draghi, porre fine a questo ‘gioco di ruoli’ se lo confrontiamo al logorio della menzogna dei suoi predecessori come Conte, Berlusconi, Prodi etc...etc...con l’aiuto dei vari ausiliari semi infermi di mente, definiti ironicamente ‘Presidenti della Repubblica’, come Mattarella, Napolitano, Scalfaro, Pertini…

 

Come il suo professore gesuita, Padre Franco Rozzi, gli insegnò: poche parole da utilizzare perché la concisione è sinonimo di perfezione.

Ed è per questo che di fronte a due domande di importanza epocale per il ‘suo’ popolo, lo abbiamo sentito pronunciare semplicemente : « Sì, ad entrambe le domande», seguito dal silenzio liturgico della sala.
Guai, ai cagnolini scodinzolanti del canile editoriale, andare oltre.
Non ha segreti da celare né bugie da raccontare, Mario.
Appare, dichiara e sparisce.
Il resto lo fanno le forze dell’ordine insieme all’Esercito, Confindustria, le consorelle sindacali, il giornalismo italiota.

 

Questo Governo, emanazione diretta dei Gesuiti e della Loggia Propaganda 2, non conosce freni perché l’etica è stata bruciata insieme al tricolore secoli fa. Non dobbiamo stupirci. Dobbiamo organizzarci. È lampante come appena si sfiori senza fiori qualcuno dell’apparato repressivo, essi si compattano e si preparino alla vendetta più spietata.

 

Ne è esempio quello che è capitato a due cittadini italiani di Brescia che per aver lanciato due molotov nel cuore della notte, ad Hub vaccinale deserto, si sono visti accusati di terrorismo come se prelevare meno di un litro di benzina, procurarsi due fazzoletti e scolarsi due birre ci fosse bisogno di una rete terroristica alle spalle pronta a rovesciare il governo in carica.

 

Storie già viste, nemmeno tanto tempo fa, a Macerata, dove un ragazzo esasperato da quello accaduto a Pamela, ha sparato su un gruppo di immigrati – alcuni dei quali si sono rivelati poi delinquenti- e si è visto condannare per tentata strage.

 

Strano però che quando qualcuno a Napoli o in altre zone ad alta delinquenza, spara in mezzo ad un mercato, si vede condannato solo a tentato omicidio quando il giudice s’è svegliato dal lato sbagliato del letto perché , in un paese come l’Italia, l’assoluzione è tranquillamente fattibile, se il sicario rientra in un disegno più ampio del mantenimento del Disordine Sociale.

 

Hanno messo un mattone dopo l’altro, prima nel cuore della notte, dopo alla luce del sole.
Chi è al Governo è il diretto erede degli esecutori materiali di Piazzale Loreto, non certo la mente giudaica che ha voluto propiziarsi il proprio dio di guerra con quella  macabra raffigurazione della Menorah fatta coi sette corpi appesi.
I Muratori, insomma, e non i Grandi Architetti dell’Universo ci sono davanti.

 

Dopo la Germania è giunto il tempo dell’Italia.

 

Come la Grande Nazione Tedesca venne divisa dal “Muro di Berlino”, traduzione errata dell’originale e più diretto “Antifaschistischer Schutzwall”, oggi l’Italia è stata divisa, forse in maniera  indissolubile,  dall’invisibile Muro, sempre antifascista, del Green Pass.

 

Se il Covid è stato un evento bellico globale, il Green Pass -di origine israeliana- è strettamente riconducibile alla sola nostra Patria.

 

La Francia è stata toccata marginalmente. Il resto del mondo, no. Il suo utilizzo ha mantenuto, fino ad ora, la sua origine: mezzo di controllo sanitario tra Paesi.

 

Nessuno Stato è minimamente paragonabile al nostro. Nessuno.
E come si può giustificare un’azione scellerata di questo tipo se non con un termine : Vendetta!
Non esistono altre considerazioni da fare. Fuori la Geopolitica dai discorsi.
È in atto, adesso, in questo preciso istante, la vendetta postuma per ciò che avvenne il secolo scorso.
L’AD di Pfizer, Albert Bourla, veterinario ebreo - sì, avete letto bene, il salvatore dell'uomo moderno è un medico che cura...le bestie - nato in Grecia.
Illustrando brevemente la sua biografia si può leggere:
« I suoi genitori erano stati fra i pochissimi sopravvissuti ai rastrellamenti nazisti contro gli ebrei sefarditi di Salonicco. Sua madre fu portata via da un parente non ebreo, che corruppe un ufficiale pochi minuti prima che il plotone di esecuzione la uccidesse.
Suo padre era, per caso, fuori dal ghetto quando tutti furono presi e deportati ».

 

Vere o non vere, la corruzione di sua madre e la casuale assenza di suo padre che, spesso, cela la delazione, le sue origini lasciano poco spazio ad altre argomentazioni. 
La Grecia fu acerrima nemica dell'Italia Fascista. 
Se poi, a fianco, spunta il capo ricerca di Pfizer  Mikael Dolsten (1), anch’egli ebreo - con un passato lavorativo in Astra-Zeneca – tre quarti di  cerchio è fatto.

 

Qualcuno obietterà che la pandemia riguarda il mondo intero. Verissimo e difatti la vendetta politica-sociale è riservata all’Italia, il resto dell’umanità si trova sotto attacco perché “gentile”, per cui vi è il loro inalienabile diritto di manipolare menti e corpi a piacimento, nel nome
- impronunciabile -  di Yahweh. 

 

Per quanto riguarda Israele, invece, oltre a dubitare sulla sincerità delle percentuali di vaccinazioni realmente somministrate, non va mai dimenticato la loro millenaria divisione in gruppi razziali e religiosi. È una continua  guerra fratricida quella che segue la storia del ‘popolo eletto’.

 

Manca, però, uno spicchio al completamento del cerchio. Quel quinto, più o meno, di italiani che di vaccinarsi non ne vuole sentire parlare.
Tutto dipenderà da due fattori: la nascita prima di un Organo ufficiale cartaceo, voce del nuovo Risorgimento che darà vita a mille e più covi di patrioti che, a loro volta daranno, alla luce al nuovo ‘Cesare’ della Roma risorta. 
 Impresa che oscurerà il cielo. Ma non è detto che accadrà nel presente. Siamo in ritardo sui tempi e tutti sparpagliati ed impauriti.
La Storia, però, è ciclica e la sconfitta di oggi diverrà la più grande vittoria di domani.
Noi abbiamo un solo e grande onere da assolvere: Combattere anche se la guerra per noi è probabilmente persa. 

 

Il Destino, tuttavia, riserverà una triste sorpresa a chi, oggi, si crede padrone del Creato: per abbattere un Tempio bisogna prima che esso sia costruito. E questo succederà nuovamente. Ne sono certo. 
Perché è e sarà l'alba dell'Uomo Nuovo a spazzare via il buio dell' "iraconda umanità". 

 

 

(1) https://www.timesofisrael.com/jewish-immigrant-and-top-pfizer-scientist-hails-role-of-us-immigrants-in-vaccine/

 

 

 

ENRICO LABANCA

Consiglio Direttivo

Comunità Militante dei Dodici Raggi

 

Grandi vittorie per i nostri pugili! Ora si guarda verso più ampi orizzonti.

Troppe parole.

Troppo dibattito.

Che guerra sia!!!!

 

MARIO DRAGHI: VIENI A PRENDERCI!

 

 

Comunità Militante Dei Dodici Raggi

GREEN PASS

 

KISS MY ASS

PENA CAPITALE PER LA DEVASTAZIONE AMBIENTALE

 

 

Come può essere "SOLTANTO UN VACCINO"?


Come può essere "UNA SCELTA PERSONALE"?

Di Enrico Labanca
⚔️ Consiglio Direttivo ⚔️
Comunità Militante dei Dodici Raggi

Sempre più persone nelle piazze, nei giornali, nei ‘social’ hanno abbracciato il democristiano ‘mantra’ :

« LA VACCINAZIONE È UNA SCELTA PERSONALE » come se il tossicodipendente della stazione, intrapresa la strada del tutto personale dell’eroina, fosse solo un problema economico di accattonaggio/furti/rapine e non di Igiene per la Società, con tutto quello che ne consegue.

 

La lente materialista utilizzata di continuo da diverse persone di diversa estrazione politica, di classe, di sesso, di religione, di razza è il risultato terra terra della nebbia artificiale nebulizzata dal giudaismo internazionale nei nostri cervelli.

Come può essere considerata scelta personale introdurre nel nostro organismo una cloaca di prodotti biotecnologici che si propaga nell’ambiente circostante attraverso l’urina e le feci ( fogne, fiumi,  mari…), che entrerà in corpi ancora naturali per mezzo di donazioni degli organi e di sangue?

Per non parlare dello sport...

Molti atleti non vaccinati saranno a stretto contatto, involontariamente, con avversari geneticamente modificati. Sangue, sudore, saliva verranno scambiati a più non posso.

Non solo atleti. Amici, colleghi di lavoro, compagni di classe, vicino di viaggio sui mezzi pubblici possono essere bombe biologiche pronte ad esploderci vicino. Un piccolo incidente e...

O il problema riguarda solo il tossicodipendente citato poc’anzi , che tenete a debita distanza perché foriero di malattie indicibili?

 

Ma, attenzione. Qui non si tratta solo del presente. Di noi. Di loro. Delle numerosissime varianti della vita e quant’altro. No!

Tutti questi vaccinati, tutti questi del “LA VACCINAZIONE È UNA SCELTA PERSONALE”  ci sanno dire l’eredità genetica che lasceranno alle generazioni future?

Perché finché continuerete a chiamarli vaccini, ci fate sorridere per la vostra fanciullesca stupidità, ma nella realtà queste sono armi, armi genetiche per una guerra contro l’Eugenetica.

Leggiamo sul ‘Fatto Quotidiano’ del primo luglio che in Africa solo « l’1% della popolazione è vaccinato, e in molti dovranno aspettare il 2023.

A lanciare l’allarme lo scorso 1° luglio è stata la portavoce dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Matshidiso Moeti ».

Nel Continente Nero sono arrivati i più svariati veleni della medicina degli ultimi duecento anni ma non il vaccino per il Covid. Sapete per quale motivo?

Mica perché non c’è disponibilità.

Menzogne da pub.

Sarebbe bastato riservare le dosi alle fasce d’età più colpite mortalmente (dai 60 in su) piuttosto di continuare ad abbassare l’asticella fino a giungere ai 12 anni (!!!) nei paesi industrializzati.

La verità è molto più semplice e più terribile allo stesso tempo:

debilitando milioni di persone serviranno, se i piani dovessero girare veramente male, altrettante  riserve per sostituire coloro che moriranno o saranno danneggiate irrimediabilmente dalle Multinazionali del Crimine. Non sarà difficile. Pc e macchinari di ultima generazione non necessitano di grandi menti e, importante, di tanti individui.

Vi siete mai chiesti se, o forse avete dato per scontato dalla vostra comoda poltrona,  chi sbarca a Lampedusa (Es.) verrà vaccinato ?

La risposta è...no, cioè sì...scelgono in tutta serenità.

 

Allarme vaccini tra i migranti: solo 4 su 10 accettano il siero

1 Agosto 2021

Questo è il titolo che ha riservato sull’argomento IL GIORNALE.

Si può comunque tranquillamente scorrere le notizie delle settimane passate e si scoprirà che la situazione IMMIGRATI è gestita democraticamente, su base volontaria del singolo, senza costrizioni. Anzi, si fa pure un questionario, chiedendo gentilmente cosa ne pensano del “vaccino” e, in seguito il risultato, è pubblicato sul

"Dossier Covid-19: Indagine sulla disponibilità a vaccinarsi contro il Covid-19 da parte delle persone ospitate nei centri/strutture di accoglienza in Italia", progetto realizzato da Tavolo Asilo e Immigrazione e Tavolo Immigrazione e Salute, con la partecipazione dell'Istituto Superiore di sanità.

Sì, avete capito bene, mentre in Italia centinaia e centinaia di professionisti PERDONO il lavoro per non essersi fatti curare da sani da una malattia non presente nel loro organismo (mi dilungo appositamente perché scrivere FATTI VACCINARE è sbagliato, fuorviante e bisogna terminare coi termini imposti), i fuggiaschi (fuggono dalla loro terra) PRENDONO residenza in Italia. Senza vaccino.

 

Continuiamo.

Chiamarla terapia genica è errato perché viene usata su non- pazienti...sani.

[t. genica, per la cura di patologie a determinazione genetica, che consiste nell’introdurre, in appropriate cellule del paziente, frammenti di DNA contenenti i geni sani]

Semmai, il termine corretto, è “terapia etiologica” in quanto diretta a «sopprimere l’agente causale della malattia» ma, anche qui, dovremmo fare i conti con la propria coscienza:

“Come fai a sopprimere qualcosa che non c’è?”.

 

Accettandola, senza troppo filosofeggiare oltre, abbiamo, o meglio, avete dato vita a scenari senza orizzonti definiti, senza limitazione, smisurati ad una $cienza omicida che poggia il suo fondoschiena su miliardi di dollari ogni anno.

Qualsiasi tipo di lotta, diciamo, alternativa è saltata in aria.

Quale senso può avere lottare contro gli OGM, le Multinazionali, la Vivisezione, la libertà dei Popoli sparsi per il globo, o persino ricordare chi è caduto per la Repubblica Sociale Italiana, per il Fascismo in generale, quando ti sei seduto con la tua mascherina più fashion per farti una dose di feti, Ogm, biotecnologie e, alcuni, di virus influenzali dello scimpanzé di aziende guidate da gangster senza scrupoli che nulla, ma proprio nulla, hanno di etico?

Per non parlare della lotta alla società multirazziale. Come si può essere contrari ad una società meticcia se, nel nostro stesso organismo, inseriamo codici genetici che riscrivono l’eredità millenaria del NOSTRO SANGUE?

Perché dirsi contrariati per quelle coppie metà europee e metà africane o asiatiche che dir si voglia quando, solo per piacere al Sistema, ci siamo fatti iniettare DNA che non ci appartiene e del quale non sappiamo nulla, dando alla nostra discendenza un futuro ad orologeria, un orologio tenetelo  presente, ben saldo nelle mani dell’industria farmaceutica.

Senza essere fraintesi, è indiscutibile che è più naturale una dose di eroina e un bambino meticcio di un individuo che si è sottoposto al più grande esperimento della Storia dell’umanità.

 

La guerra genetica ha colpito su tutti i fronti, riportando vittorie forse inaspettate, o forse no, perché dobbiamo ficcarci bene in testa che il Nemico, che porta la Corona da secoli, conosce fin troppo bene i suoi nuovi sudditi, più ‘rozzi di benessere’ dei precedenti e, quindi, più manipolabili.

Perché basta tirare un filo qua (chiusura totale delle attività) e un filo là (riapri se ti “vaccini”) e hai eliminato migliaia di persone pronte a protestare, portando alla ribalta sì persone più convinte ma meno virili nei fatti, pronte a dichiarare che “le forze dell’ordine, il vaccinato, chi porta la mascherina...non sono nostri nemici” svilendo di partenza una possibile rivolta violenta e sacra. Le parole contano, forse, più dei fatti perché è dalle parole che nasce l’Azione ma, soprattutto, essa viene difesa dalle parole.

« Siamo mille fuochi pronti ad incendiare il vostro mondo » sul nemico avrebbe un impatto nettamente superiore al femmineo « siamo mille scintille pronte ad illuminare il mondo » .

Qui si tratta di guerra, signori. E di guerra si deve narrare, da entrambe le parti.

Si parla di futuro e di pane per i nostri figli, della dignità della persona, di tutto quello più limpido e immenso i nostri predecessori ci hanno insegnato e trasmesso e voi ci dite

« LA VACCINAZIONE È UNA SCELTA PERSONALE » ?

Come può esserlo se è una imposizione politica su una parte ben definita di cittadini?

Come può essere personale se uno perde il posto di lavoro?

Come può essere personale se hanno vaccinato anziani contro la propria volontà?

Come può essere personale se tu genitore non puoi fermare tuo figlio, lobotomizzato dalla scuola e televisione, dall’andare in un hub vaccinale ma, se tuo figlio è contrario al trattamento sanitario su persona sana, puoi imporgli l’inoculazione?

Come può essere personale se interviene sul dna della popolazione?

Come può essere personale se milioni di animali sono morti per la sperimentazione?

Come può essere personale se l’età dell’obbligo si abbassa sempre più?

Come può essere personale se più le persone si “vaccinano” e più il cappio intorno al collo di chi non vuole si stringe fino ad ucciderlo per disperazione?

Come può essere personale se ci sono interessi privati?

Come può essere personale se per visitare un parente stretto (di amici non se ne parla...) in fin di vita devo pagare 15 euro di tampone, incrociando le dita che non esca il positivo farlocco (perdendo così ogni possibilità di vederlo un’ultima volta) aspettando il turno dei letti pari e di quelli dispari, per poi accedere con DPI cinesi inutili ai fini del contenimento di un virus?

Come può essere personale se non puoi accedere alla Cultura e all’Educazione?

Come può essere personale se...prenderanno i nostri figli?

 

Di personale esiste solo la Dignità dell’Individuo. E la nostra non è in vendita.

 

"L'unica cosa che non possiamo permetterci di perdere in questa guerra è

la nostra libertà, il fondamento della nostra vita e il nostro futuro.

Tutto il resto può essere sostituito, anche se solo attraverso anni di

duro lavoro. Ma una perdita della nostra libertà significherebbe la

perdita di tutto il nostro patrimonio materiale e culturale, sia per la

Nazione nel suo complesso, sia per ogni individuo. Se la guerra lo

richiede, dobbiamo quindi essere disposti a usare tutto ciò che abbiamo

per difendere questa libertà.

Senza di essa, né la nazione, né l'individuo può vivere."

 

Paul Joseph Goebbels

8 luglio 2021
 
Leggi fatte apposta sulla pelle dei ribelli
per far credere alla gente che i colpevoli siano quelli!
 
 
Dopo i tribunali di Varese, Busto Arsizio, Verona e Bologna, anche quello di Bergamo si occuperà di noi.
Per le celebrazioni di Rovetta, dove ad attendere 15 nostri militanti c'erano sessantacinque (65) agenti di pubblica sicurezza.
La procura, dopo qualche anno di "Scelba", ha rispolverato la legge 'Mancino', il famoso d.l.122, oltre che la quinta sanzione di gruppo per violazione delle norme anticovid.
Il cappio si stringe al collo di chi non si allinea al sistema, ma non abbiamo paura.
Altre città presto ci accoglieranno tra le loro splendide mura!
Non saranno certo le leggi e le catene di uno stato antifascista a fermare la nostra Marcia di verità e giustizia!
 
 
Chi nella strada
ha sempre sopportato
ora lo sa
il suo giorno è venuto!
Ormai non abbiamo
paura di niente,
per ciò che vogliamo lottiamo
noi siamo il Presente!
 
 
COMUNITÀ MILITANTE DEI DODICI RAGGI

DODICI RAGGI EDIZIONI PRESENTA:

In uscita nei prossimi mesi "Il richiamo della realtà"

il nuovo cd dei Garrota, contenente 10 tracce inedite.

per Info:

+39 3347264341 (SOLO WHASTAPP)

associazionedo.ra@libero.it

30.05.2021

I GIORNI DELL'ODIO E DELLE VENDETTE NELLA VARESE LIBERATA

«Certi intimi sorrisi valgono tutte le corone della fama, superano tutti i plausi del mondo»
Carlo Delcroix
"Il sacrificio della parola"
 
Buon viaggio Erminio, amico nostro.
 
COMUNITÀ MILITANTE DEI DODICI RAGGI

 

Rovetta 27 Aprile 2021

«A chi ha risollevato la mia terra,

a chi non ha abbandonato mai la guerra,

a chi ha innalzato la nostra bandiera...

e state attenti è giunto il calar della sera!»

 

 Alcune associazione di reduci ci hanno chiesto di non utilizzare questa data per ricordare i nostri morti perché secondo loro, non dovremmo sormontare le nostre commemorazioni con quelle della parte nemica ma noi, invece, siamo oggi qui, volutamente, per distruggere tale data.

 

Ricordiamo le foibe, chi è stato ammazzato negli anni ‘70 e, sui caduti della Repubblica Sociale Italiana, dovremmo forse temere o assoggettarci alle festività altrui?

 

Il 25 aprile è il simbolo, un simbolo da demolire. Dobbiamo partire da qui perché tutto, tutto quello di marcio che oggi ci circonda, nasce, germoglia il 25 aprile 1945.

 

Non dovete credere che non esista un legame, anche,  con la dittatura politica – sanitaria che strangola il nostro Popolo.

 

Tutto nasce da lì. È il mondo antifascista quello che noi abbiamo davanti.

 

In questa data mentre per loro è solo una festa, noi invece commemoriamo, commemoriamo rendendo immortale chi è caduto per donarci un futuro di pace e di libertà.

 

Non ci fermeremo finché non sarà definitivamente demolita, colpo su colpo, questa miserabile festa...»

 

 

Alessandro Limido, Presidente
Comunità Militante dei Dodici Raggi 
25 aprile 2021

Benvenuti nel nostro 29° anno!!!

Varese Skinheads

Intervista con Schratti
(Front 776 e Rac'n'Roll Teufel) 
Prima parte.

Piazzale Loreto è stato un onore, nella sua inenarrabile bestialità, riservato agli autentici nemici dei tiranni della Terra che ne ha reso immortali i nomi nei cuori degli Uomini Liberi.
Dormi sereno Matteo, chi ti paragona a Mussolini non sa quel che dice e fa più danno a se stesso che a chi non ha nessuna immagine da preservare.

COMUNITÀ MILITANTE DEI DODICI RAGGI

- VIGGIÙ ZONA ROSSA? ATTILIO KHMER ROSSO! -

Nell’occidentale ‘Kampuchea Democratica’ conosciuta dai più come Regione Lombardia, l’ ‘Angkar’ ha deciso, notte tempo, di trasformare in Zona Rossa la nostra Viggiù, insieme ad altri tre comuni di Milano, Pavia e Brescia.

Il nuovo Pol Pot italiano, Attilio Fontana, ombra leggiadra di se stesso, ha firmato un’ordinanza priva di qualsiasi fondamento scientifico, forte solo dell’ ‘Organizzazione’ criminale che lo impone, ancora a febbraio 2021, come il legale rappresentante di 10 milioni di cittadini o, meglio, come l’amministratore del 22 percento del Pil Italiano che, in moneta sonante, corrisponde a 368 miliardi di euro.

 

Con l’avvento di Mario Draghi, contrabbandiere di fiducia dell’Unione €uropea, il piano delinquenziale delle grandi Lobby di Londra e Washington è oramai reso pubblico.

 

Di cos’altro abbiamo bisogno per rialzare la testa e tornare ad essere padroni delle nostre vite?

Prima si sono presi il nostro passato soffocando i nostri anziani e tra pochissimo si prenderanno definitivamente il futuro della società umana (già traumatizzata dalla somministrazione di massa di terapia genica marchiata Pfizer - Moderna)  testando, termine mediatico fuorviante in quanto l’unico obiettivo reale è intervenire geneticamente,  su bambini di sei anni (fino ai diciassette) un prodotto di laboratorio di AstraZeneca, in nome del Business e del Controllo globale.

 

È la volontà del singolo che trasforma il domani di tutti.

Nel bene e nel male.

E se questa profonda notte dell’umanità appare interminabile, la causa va ricercata solo nella tua Fede.

Nulla possono farti che tu non voglia.

Mente e Cuore non si possono incatenare.

Sono forze sconosciute all’errante tiranno.

 

Sii Cuore. Sii Mente. Sii Azione.

Per cavalcare libero sul temuto destriero del tuo Destino.

 

Comunità Militante dei Dodici Raggi

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Associazione Culturale Do.Ra www.comunitamilitantedeidodiciraggi.org